Ariccia, domenica il disinnesco delle bombe

Ariccia, domenica il disinnesco delle bombe

  • Print
  • Add to Favorites

Blocco della circolazione stradale per un chilometro lungo la via Nettunense e sgombero di case e negozi nel raggio di 250 metri dalle operazioni. Sono le disposizioni annunciate per le operazioni di brillamento delle due bombe d’aereo rinvenute ad Ariccia durante i lavori per il nuovo ospedale. Mobilitati protezione civile e 118

Ariccia (Roma), venerdì 17 giugno 2011 – Blocco della circolazione automobilistica lungo la via Nettunense, tra le 9 e le 15, nel tratto compreso tra i chilometri 11 e 12 ed evacuazione di abitazioni e attività commerciali nel raggio di 250 metri dal luogo dove verranno fatte brillare le due bombe di aereo della seconda guerra mondiale ritrovate ad Ariccia. Sono queste le disposizioni reso note oggi in previsione delle operazioni di disinnesco dei due ordigni bellici, previste per domenica prossima.

I residuati, del peso di 125 chili ciascuno, sono stati rinvenuti durante i lavori per la costruzione del nuovo ospedale dei Castelli Romani, al chilometro 11,500 della Nettunense. Il Comune di Ariccia ha reso noti i percorsi alternativi consigliati agli automobilisti: per chi viene da Roma la deviazione sarà posta a via Montagnano in direzione di Anzio e a via Ginestreto in direzione Ariccia e Genzano; per chi viene da Anzio la deviazione sarà alla rotatoria di Campoleone in direzione Roma e a via Monte Giove in direzione Ariccia e Genzano.

Durante le operazioni verrà allestito dalla protezione civile di Ariccia, nei locali comunali del centro anziani di Fontana di Papa, un presidio di accoglienza ed assistenza della popolazione interessata all’evacuazione. La polizia municipale di Ariccia ed Albano, i carabinieri e la polizia stradale garantiranno per tutto il periodo delle operazioni la sicurezza dei residenti e gli automobilisti.

Anche la Asl Rm H mobiliterà del proprio personale. Due equipe della assistenza domiciliare interverranno sul luogo delle operazioni e saranno presenti nel centro anziani di piazza Nenni, luogo di raccolta  destinato alla popolazione evacuata, dove sarà operativa anche una equipe del centro di salute mentale, composta da un medico psichiatra, uno psicologo e due infermieri. Un centro mobile di rianimazione, con equipaggio completo di medico anestesista, sarà a disposizione per le eventuali emergenze. Tutti i servizi collegati all’emergenza nell’ambito del presidio ospedaliero di Albano saranno attivabili immediatamente in caso di necessità. Saranno inoltre presenti mezzi di soccorso della  Croce rossa e dell’Ares 118.

1.100 Commenti

I commenti sono bloccati