Lazio, ultimi respiri per un sogno targato Europa

Lazio, ultimi respiri per un sogno targato Europa

  • Print
  • Add to Favorites

Nella gara finale di campionato è prevista la doppia trasferta per le due squadre che si contendono un posto nella coppa di lega continentale: i biancocelesti faranno visita al Cagliari, mentre l’Udinese andrà in trasferta a Milano con l’Inter

Roma, domenica 12 maggio 2013Tutto in 90 minuti. Sarà l’ultima gara di campionato a decidere le sorti tra Lazio e Udinese, per poter conquistare un posto utile in Europa League. Nell’ultima gara di campionato è prevista la doppia trasferta per le due squadre che si contendono un posto in Europa: la Lazio farà visita al Cagliari mentre l’Udinese andrà in trasferta a Milano con l’Inter. La Lazio dovrà vincere e sperare che l’Udinese, + 2 sulla Lazio, possa pareggiare o perdere a San Siro con i nerazzuri.

Mister Petkovic si affida al 4-4-2 con Marchetti tra i pali e la linea difensiva composta da Gonzalez, Biava, Cana e Radu. A centrocampo la linea mediana affidata a Onazi ed Hernanes con Lulic e Candreva sulle fasce laterali. In attacco la coppia Klose-Floccari.

La gara

Prima dell’inizio della gara l’Olimpico omaggia con un lungo applauso il ritorno di Delio Rossi a Roma con i blucerchiati e Cristian Brocchi che, in settimana, ha definitivamente detto addio al calcio per il brutto infortunio subito contro il Genoa, fallo killer dell’ex laziale Matuzalem. Attimi di commozione per l’ex milanista che ha salutato il popolo laziale, prima di far ritorno a Milano.

E’ la Lazio a fare la partita e al 10′ è Floccari, in mischia, a toccare la palla e a battere il portiere ligure. La gara è spettacolare e i doriani si rendono pericolosi con Munari, servito da Maresca, ma la conclusione del doriano termina a lato. La Lazio, dopo il brivido ligure, alla mezz’ora si rende pericolosa in due occasioni, con Floccari e Candreva, ma i due laziali non riescono a trovare lo spiraglio giusto per battere Da Costa. Allo scadere ancora la Sampdoria pericolosa con il gioiello Icardi, scialba la prova dell’argentino, che colpisce la traversa.

Nella ripresa la gara non è entusiasmante ed è la Sampdoria a gettarsi in avanti, ma la Lazio si chiude alla perfezione con Cana che detta i tempi della difesa laziale. I minuti trascorrono senza particolari emozioni, ma allo scadere della gara finalmente i brividi per entrambe le formazioni: Floccari si divora l’ennesimo gol davanti al portiere ligure e Munari sfiora il palo con un secco diagonale. Il direttore di gara assegna 4 minuti di recupero e nel secondo minuto Klose pennella un cross per Onazi in piena area di rigore, il centrocampista laziale viene fermato fallosamente da un doriano. Il direttore di gara assegna il calcio di rigore che Candreva realizza e fissa il definito 2-0. Il triplice fischio finale consegna la Lazio ai suoi tifosi per l’ultimo saluto stagionale del campionato, prima dell’atteso derby di coppa Italia.

12 Commenti

I commenti sono bloccati