Una comunità in festa al nido di Frascati

Una comunità in festa al nido di Frascati

  • Print
  • Add to Favorites

Grande giornata di festa al Nido comunale di Grotte Portella. Oltre duecento persone hanno preso parte all’iniziativa che contribuisce a rafforzare i legami affettivi della comunità e aiuta nella crescita psicofisica dei bambini

Frascati, lunedì 13 maggio 2013 – Al nido d’infanzia comunale di Grotte Portella a Frascati la “primavera” è arrivata con la grande festa di sabato 11 maggio scorso, che ha coinvolto i bambini, le famiglie e il personale della Cooperativa Coopselios, che gestisce la struttura. La festa è iniziata fin dal mattino con le mamme, i papà, i nonni dei bambini coinvolti in un laboratorio di giardinaggio. Tutti insieme infatti hanno piantato  nuovi fiori colorati nel grande giardino del Nido, anticipando così di un giorno la festa della mamma. Durante la mattinata uno spazio è stato anche riservato alla presentazione delle iniziative della “Scuola dei genitori”, organizzazione attiva sul territorio che promuove il benessere della comunità, attraverso la qualità delle relazioni familiari e la valorizzazione delle competenze genitoriali.

I soci volontari della Cooperativa Coopselios, anche loro presenti alla Festa di Primavera, hanno curato la grigliata che, accompagnata dalle altre pietanze portate dalle famiglie, ha arricchito il pranzo sul prato antistante il Nido e che ha visto partecipare circa duecento persone. La musica del gruppo “Ladri di carrozzelle” ha accompagnato la giornata con i brani, tratti dal loro repertorio, e con le canzoni che i bambini hanno imparato al nido e cantano con le loro educatrici.

Il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso ha partecipato all’iniziativa apprezzandola molto: «Sono molto contento per come si è svolta la giornata e per la straordinaria partecipazione delle famiglie e dei soci volontari della Cooperativa Coopselios. Sono convinto che giornate come queste siano di grande importanza, per la crescita affettiva e psicologica dei nostri bambini, perché insegnano loro l’importanza della condivisione di obiettivi comuni e rafforza il senso di appartenenza ad una comunità. Un ringraziamento va alle educatrici, alle ausiliare e alla coordinatrice pedagogica del Nido e ai volontari che con impegno e passione hanno realizzato questo evento conviviale. Ringrazio anche i “Ladri di Carrozzelle” per la loro partecipazione alla festa».

Un’indicazione positiva è arrivata poi da molte famiglie che hanno partecipato alla festa e che hanno chiesto di promuovere più spesso iniziative di questo genere al Nido, dove i loro bambini trascorrono tutta la giornata, perché dà modo di considerare il Nido un luogo per la famiglia, in cui conoscere altri genitori, con cui socializzare, condividere esperienze e amicizie, un luogo in cui far crescere e promuovere una cultura dell’infanzia e della famiglia.

3 Commenti

I commenti sono bloccati