Il nuovo sogno in musica di David Lynch

Il nuovo sogno in musica di David Lynch

  • Print
  • Add to Favorites

Tredici tracce pregne di sonorità elettroniche aprono al mondo onirico del regista americano. Il singolo “I’m Waiting Here”in collaborazione con la svedese Lykke Li è già disponibile in rete

Roma, lunedì 24 giugno 2013 – Due anni dopo l’uscita del suo primo album, “Crazy Clown Time”, il regista David Lynch torna sulle scene musicali con il nuovo “The Big Dream”, in uscita il 15 Luglio in Europa per la Sunday Best Records e il 16 negli Stati Uniti e Canada per la Sacred Bones Records. Come nel precedente album Lynch gioca con sonorità elettroniche, riverberi di chitarre e suoni filtrati ma questa volta partendo da basi più classiche come quelle del blues, genere musicale molto amato dal regista che afferma: “la maggior parte delle canzoni inizia come una specie di improvvisazione blues e da lì ci muoviamo in altre direzioni” e aggiunge: “il blues è una forma onesta ed emotiva di musica emozionante per l’anima. Continuo a tornarci perché mi fa sentire molto bene”. Le sonorità disturbate, e a volte disturbanti, richiamano l’universo inquietante e allegorico dei suoi film, specchi delle paure del mondo americano fatto di “mostri”, in certi casi in senso letterale, e di apparizioni suggestive.

Anche nel suo secondo lavoro Lynch presta la propria voce in molti brani quasi tutti scritti da lui. La lavorazione è avvenuta nell’ Asymmetrical Studio di sua proprietà con l’ausilio dell’ingegnere del suono Dean Hurley che ha contribuito alla produzione del cd. L’album è composto da tredici tracce che comprendono una bonus track incisa con la cantante e musicista indipendente svedese Lykke Li (nota al grande pubblico per il grande successo dell’hit uscita pochi mesi fa “Follow Rivers” e di “Get Some” uscita l’estate scorsa), intitolata “I’m Waiting Here”. La voce angelica e amplificata della cantante fusa con le sonorità del brano, evocano immagini oniriche e affascinanti.

Di lei Lynch ha detto: “ha portato il suo particolare stile in questa canzone che ha qualcosa di doo-wop ma in un senso lontanissimo dagli anni Cinquanta”. Il singolo con il video (ipnotico), che vede una macchina percorrere un’immensa strada deserta americana, è già disponibile in rete dal 3 giugno. Nell’album troviamo anche una rivisitazione di “The Ballad of Hollis Brown” canzone scritta da Bob Dylan nel 1964, contenuta nel suo terzo album “The times they are a-changing”. L’album sarà disponibile in cd, lp e in rete. Per i fanatici del genere è possibile acquistare il doppio lp in vinile di cui uno riporta su una facciata il brano “I’m Waiting Here” e sull’altra un’incisione realizzata a mano dallo stesso Lynch.

Clara Pellegrino

1.974 Commenti

I commenti sono bloccati