Rimini tra degustazioni e divertimento

Rimini tra degustazioni e divertimento

  • Print
  • Add to Favorites

La città apre le porte al Festival della cucina italiana. Tre giorni all’insegna di musica, assaggi di cibi biologici e l’importanza della birra nella nostra cucina . Assegnazione di ricchi premi e tanto svago

Roma, lunedì 15 luglio 2013 – Da venerdì 6 settembre a domenica 8 si terrà a Rimini Alta la tredicesima edizione del Festival della cucina italiana. La manifestazione è patrocinata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. La scelta del luogo ricade  su Rimini non solo perché importante capitale del turismo estivo marittimo, ma anche in quanto centro storico di notevole rilievo. Rimini infatti non è solo la città del divertimento ma è anche la città natale di  personaggi famosi come Federico Fellini. A fare da cornice e regalare un fine settimana da incanto a chi vi parteciperà  sarà il Parco Terme della Galvanina. Le iniziative sono tante, e si spazia dalla cucina, alla musica e dalla moda al benessere.

Si inizia con l’allestimento proprio nel Parco della Galvanina di una  mostra mercato di prodotti gastronomici provenienti da tutte le regioni italiane: marmellate, salumi, formaggi e tante altre specialità alimentari. Tutte queste bontà  sono affiancate alle pizze dei migliori pizzaioli napoletani, alle piadine romagnole e ai piani artigianali. A rendere più piacevole la serata dei partecipanti ci pensa la rassegna Inedited World Music Festival 2013, coordinata da Christine Joan Johnson, con numerosi concerti. Nel festival c’è spazio anche per assaggi di vino e birra infatti sarà mostrata la grande importanza della birra in cucina. Non mancherà però anche un ampio settore dedicato al vino, dove degustare le migliori produzioni regionali e nazionali, guidati da esperti professionisti del settore. Ampio spazio anche  alla degustazione del bio, e cura del corpo con il benessere.

E proprio in questa occasione tutti i partecipanti potranno bere le benefiche acque calde e naturali delle Terme della Galvanina, e poter visitare l’adiacente museo archeologico. Un’ area del Festival sarà inoltre riservata alla salute, alle bevande e ai cibi di produzione biologica e ai preparati per tutti gli intolleranti al glutine. La moda si sposa con le bollicine, infatti i favolosi abiti del grande stilista Emilio Capucci saranno abbinati alle bollicine di Franciacorta, considerata da molti l’unica area italiana di produzione di vini spumanti che ha raggiunto livelli paragonabili a quelli dello Champagne francese, per delle nozze all’insegna del glamour. Il festival si concluderà con l’assegnazione di 4 prestigiosi premi ad altrettanto prestigiosi personaggi del mondo della cultura, del giornalismo, dell’imprenditoria e naturalmente della cucina. Vale la pena non mancare!

Mariangela Cardone

213 Commenti

I commenti sono bloccati