Iniziata la XXV Edizione di CivitaFestival

Iniziata la XXV Edizione di CivitaFestival

  • Print
  • Add to Favorites

Quindici serate tra cultura e musica nella storica cittadina del viterbese. Uno spettacolo al giorno, terminerà il 27 luglio con il concerto della Filarmonica di Bacau, dalla Romania

Roma, venerdì 19 luglio 2013 – E’ partito l’11 luglio con il Patrocinio del Consiglio dei Ministri il CivitaFestival 2013, festival internazionale di  Civita Castellana. «Nonostante la qualità dell’offerta ed il numero degli eventi, quest’anno si e` ridotto l’impegno economico del Comune – dichiara il sindaco di Civita Castellana, e prosegue ringraziando gli sponsor  -che  si sono distinti per la loro generosità ed hanno creduto in questa manifestazione».  L’edizione di quest’anno, la XXVma, è diretta dal M° Fabio Galadini.  Quindici serate in tutto, che termineranno  il 27 luglio, dedicate  alla cultura, alla musica e all’arte. Esibizioni che avranno luogo nelle cornici storiche della città, come Piazza del Duomo, il cortile minore del Forte San Gallo e presso la Cattedrale di Santa Maria Maggiore. In scaletta tanti artisti internazionali come ogni anno, ma la vera novità di questa edizione è la musica da strada “Open Space – Street Music” del panorama romano, come i Titubanda, collettivo di musica itinerante.  L’idea è quella di dare vita a tutti gli spazi, dalle piazze ai vicoli, della cittadina, fiore all’occhiello del viterbese.

Il Festival è stato  aperto dal recital di Lina Sastri “Appunti di viaggio” ed è proseguito con il jazz del Giovanni Tommaso Consonanti Quartet.  Domenica nuovo spazio alla parola con la lezione-spettacolo sulla vita di Fabrizio De Andrè, ideata da Andrea Scanzi e Giulio Casale. Dal profano al sacro, il prossimo spettacolo previsto per mercoledì questo nella Cattedrale di Santa Maria Maggiore alle 21.30 sarà dedicato alla musica classica, con il concerto  per Fortepiano, antenato del pianoforte. A suonare Bach, Mozart e Beethoven sarà Richard Fuller, pianista americano. Il 24 sarà suonato  invece il claviorgano da Massimiliano Muzzi, tra Vivaldi e Buxtehude.  Giovedì sarà la volta di Antonello Salis, maestro della fisarmonica, e di Riccardo Fassi alle tastiere, che festeggiano i trent’anni della loro Tankio Band, votata nel referendum annuale della rivista Musica Jazz come una fra le dieci migliori formazioni jazz . Due appuntamenti letterari sabato  20, che vedono il candidato al Premio Strega 2013 Alessandro Perissinotto e il suo “Le colpe dei padri” e a seguire lo spettacolo dedicato a Pirandello “Serafino gubbio operatore” da Giancarlo Fares. E poi musica salentina di Antonio Amato e Verdi e Puccini il 26 in Piazza Duomo . Concerto finale al Forte San Gallo con la Filarmonica Mihail Jora di Bacau e le musiche di Beethoven, Ciakovskji e Chopin.

Lavinia Marnetto

981 Commenti

I commenti sono bloccati