Con Doctorclip Roma incontra la video poesia

Con Doctorclip Roma incontra la video poesia

  • Print
  • Add to Favorites

Festival tra i più innovativi, la nuova edizione presenta anche una selezione di lavori provenienti dai Festival di Berlino e di Oslo. Presidente di giuria delle video poesie sarà il grande poeta Amiri Baraka

Roma, mercoledì 23 ottobre 2013 – Al Nuovo Cinema Aquila inizia domani una due giorni di video poesia con i clip di Doctorclip. Roma Poesia Film Festival, manifestazione che ritorna per la quarta volta nella Capitale, portando con sé la consueta ventata di innovazione e follia surreale. Ma cos è di preciso Doctorclip? È il primo festival italiano di video poesia, un appuntamento biennale dedicato all’esplorazione dei territori di confine della parola e delle arti visive. Parole e immagini che si fondono insieme e sembrano dare vita a video arte, quando invece è video poesia allo stato puro. Doctorclip è un evento sorprendente, difficile da classificare e anche da spiegare: bisogna solo viverlo in presa diretta, lasciandosi affascinare dai clip, che tra immagini, musica, suoni e parole – scritte o pronunciate ieraticamente come in un lenta preghiera yoga – creano un forte legame emozionale, coinvolgendo lo spettatore e lasciandolo alle volte sospeso e senza fiato.

La nuova edizione di Doctorclip presenta una ricca scelta di proiezioni tra poesia e video arte, con le selezioni dai festival internazionali di Oslo e Berlino, i reading a microfono aperto e si arricchisce della straordinaria partecipazione di Amiri Baraka, poeta icona e attivista politico rivoluzionario autore di oltre 40 libri di saggi, poesie, teatro, ospite d’onore e presidente di giuria, che sarà protagonista di una performance poetica dal vivo nella serata conclusiva. Gli aperitivi offerti al pubblico saranno a cura di Foodhouse, accompagnati dai dj set di Ipologica. Fenomeno artistico in forte crescita, la video poesia si sta affermando come una nuova ed originale forma di espressione, che fa interagire parola e immagini artistiche. Linguaggio molto praticato dalle nuove generazioni di artisti e affermatosi nelle capitali del nord Europa e nord America, vede oggi protagonisti anche importanti video poeti italiani. I giovani video artisti presenti alla serata dimostrano di maneggiare perfettamente la videocamera, si muovono agevoli tra frame, tavole di montaggio e apparati di regia; e soprattutto confermano che la video poesia implica cognizioni estetiche e strutturali diverse da quelle necessarie per scrivere un testo poetico o fare video arte.

Il programma è tra i più densi e forse il più ricco di tutte le edizioni finora realizzate. Giovedì 24 alle ore 18.30 nella Sala Pasolini del Nuovo Cinema Aquila al Pigneto, nella giornata di apertura, ci sarà la sezione Focus on Zebra Poetry Film Festival, dove sarà presentato il meglio dell’edizione 2012 del Festival di Berlino con la partecipazione di Thomas Zandegiacomo, dal 2006 project manager del festival di videopoesia più prestigioso d’Europa. La sera dalle ore 20.15 la sezione fuori concorso di Doctorclip 2013 e a seguire una retrospettiva sul cinquantenario della video arte, a cura di Marco Maria Gazzano dell’Università Roma Tre. La giornata di Venerdì 25 si apre invece, sempre alle 18.30, con Focus on Scandinavian Poetry Film, a cura di Oslopoesie Festival. Sorprendente approfondimento sul festival della capitale norvegese con la presenza di Birgit Hatlehol, direttrice di Oslopoesie, che presenterà i migliori film di poesia dai paesi scandinavi. In serata, alle ore 20.30, ci sarà Doctorclip con la proiezione dei dieci video finalisti di questa quarta edizione, la presenza di Amiri Baraka e la premiazione dei vincitori. Tutte le opere saranno proiettate in lingua originale con sottotitoli in inglese.

1.005 Commenti

I commenti sono bloccati