Novembre al Teatro Argot

Novembre al Teatro Argot

  • Print
  • Add to Favorites

Riapre lo storico piccolo teatro di Trastevere con una stagione ricca di novità e collaborazioni nazionali ed internazionali.

Roma 29 ottobre 2013 – L’autunno inaugura il “salto nel vuoto” del Teatro Argot Studio. Per il pubblico romano, gli amanti del palcoscenico e della visione tridimensionale dell’attore, la stagione 2013/2014 si presenta come un anno pieno di nuove sfide e tante novità. L’umorismo dei suoi protagonisti unita all’ingegnosità del giovane staff, ha confezionato una stagione originale ed innovativa. “Nonostante l’apocalisse e il conseguente stato di grazia vediamo ripartire un’ennesima stagione che non offre spiragli alla cultura”- spiegano Francesco Frangipane e Tiziano Panici, idirettori artistici del Teatro Argot -“Ancora una volta il Teatro Argot Studio e tutti gli artisti che da anni attraversano questo spazio sono pronti a sfidare il vuoto che li circonda lanciandosi nel buio con un programma d’eccellenza culturale. Per offrire alla città il proprio contributo alla crescita e allo sviluppo della società civile”.

teatro dell'orologioAnche il Teatro dell’Orologio si unisce con entusiasmo al Teatro Argot nel progetto Dominio Pubblico. In cartellone spettacoli ed eventi da seguire per tutta la stagione 2013/2014. C’è voglia di mettersi in gioco, di internazionalizzare il teatro romano e risanare la passione per questa intramontabile forma di espressione artistica. Durante il fine settimana saranno trenta le compagnie che si alterneranno tra gli spazi dei teatri capitolini.
Questa è la missione di un teatro. Osservare la società e proporre da un’angolazione particolare una nuova visione del mondo” – continuano Frangipane e Panici – “Il nostro ruolo è quello di mettervi di fronte a voi stessi e aiutarvi a pensare, a riflettere. A voi tocca osservare le acrobazie che ancora una volta chi fa cultura è in grado di compiere lanciandosi senza rete”.
Sette spettacoli di altissima qualità, molti laboratori ed attività rivolte al grande pubblico.
Ad aprire la stagione la regista e interprete Tamara Bartolini con lo spettacolo “Carmen che non vede l’ora”, andato in scena durante l’utlima settimana di ottobre. Per il mese di Novembre si torna alla Russia di Majakovskij con “Fuochi a mare per Vladimir Majakovskij”, lo spettacolo ideato dal regista e attore Andrea Renzi. In scena tutte le sere alle ore 21 dal 14 novembre al 2 dicembre 2013 al Teatro Argot di Via Natale del Grande nel quartiere romano di Trastevere.
Armato dei suoi versi e di una Smith and Wesson a canna corta, Majakovskij si presenta sul palco in tutta la sua smisurata, tenera e trascinante vitalità. Un tributo al poeta russo che l’autore italiano esprime in un’immaginaria conferenza cosmica e pirotecnica.

1.884 Commenti

I commenti sono bloccati