La Magnifica Ossessione del Mart di Rovereto

La Magnifica Ossessione del Mart di Rovereto

  • Print
  • Add to Favorites

I primi dieci anni di attività celebrati nella mostra-simbolo del più stimato e attuale museo dedicato al mondo del contemporaneo.

Trento, 26 gennaio 2014 – Festeggia i suoi primi dieci anni di attività il Mart, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, con la mostra-viaggio, “La Magnifica Ossessione”. Un’occasione per ripercorrere fino al 16 febbraio 2014 la lunga strada che negli ultimi anni il Mart ha costruito con il suo pubblico sia italiano che internazionale. “Autodidatta, rabdomante. Succube o protagonista, collezione ricomposta, perturbante e conturbante, maniacale e feticista. Oscuro oggetto del desiderio. Segreto, condivisione, ebbrezza, festa. Vertigine della mescolanza”, così il direttore Cristiana Collu definisce l’allestimento. Un vagone di aggettivi per definire l’originalità del progetto del Mart. Una mostra che celebra la relazione delle sue collezioni e che riflette sul modo nuovo di osservare il proprio patrimonio culturale.

Calendario-Gennaio-2014_007bigLa magnifica Ossessione” è un progetto senza precedenti. Quasi 3000 opere raccolte tra le sale dello spazio di Rovereto, che permettono di esplorare il patrimonio del Mart nella sua integrità ed eterogeneità. Rivendicare una visione libera dei piani temporali. Non a caso le opere sono accostate secondo un criterio che si potrebbe definire “anticipazione del presente” o “archeologia del futuro”. Una rievocazione, in un certo senso, dello spirito dei salons ottocenteschi. Un tipo di esposizione che disponeva in un modo diverso l’osservazione delle opere d’arte. “La magnifica ossessione” propone più una sensibilità prossima ai criteri del collezionismo e alle condizioni visive della realtà, piuttosto che alla presunta neutralità ed asetticità che oggi propongono le sale espositive sia moderne che contemporanee.
Lungo gli infiniti corridoi e le stanze ammassate, il pubblico potrà beneficiare della raccolta di ben oltre 2.784 oggetti, 275 artisti, 418 dipinti, 144 disegni, 100 incisioni, 70 sculture, 11 film e video, 6 installazioni, 6 arazzi, 328 fotografie, 103 manifesti, 217 documenti, 1074 ,mail art, 20 modelli di architettura, 78 multipli e molto altro ancora. Un insieme che conferma il Mart come uno dei musei contemporanei più accreditati a livello internazionale.

Presenti anche i lavori pensati e realizzati da tutti quegli artisti contemporanei che intervengono offrendo il loro sguardo alla successione storica delle opere. Dalla residenza di Paco Cao agli special guest Emilio Isgrò, Liliana Moro, Christian Fogarolli, Paolo Meoni, Emanuele Becheri, Giuseppe Caccavale, Andrea Mastrovito e Michele Spanghero. Il visitatore non farà che incontrare un percorso sia cronologico che perturbante tra continua realtà e forti slittamenti tematici. Le opere sono disposte senza gerarchie visive, mischiando le collezioni ed esaltando le differenze tra le categorie.

Un grande lavoro di squadra per dare vita ad un’originale quanto sbalorditiva”magnifica ossessione. Un vero lavoro di squadra che ha visto coinvolti curatori e conservatori del Mart. Da Nicoletta Boschiero a Veronica Caciolli, Margherita de Pilati, Duccio Dogheria, Daniela Ferrari, Mariarosa Mariech, Paola Pettenella, Alessandra Tiddia, Denis Viva, Federico Zanoner.

Informazioni:

MART ROVERETO 
Corso Bettini 43, 38068 Rovereto (TN)
Contatti 
T 0464 438887
Numero verde 800 397760
info@mart.trento.it

Orari
Martedì – Domenica 10.00 – 18.00
Venerdì 10.00 – 21.00
Lunedì chiuso
La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura del Museo
Intero: 11 €
Ridotto: 7 €

52 Commenti

I commenti sono bloccati