La Tempesta e il Vascello di Monteverde

La Tempesta e il Vascello di Monteverde

  • Print
  • Add to Favorites

Si comincia da William Shakespeare. Si riparte dal teatro. La Popular Shakespeare Kompany e Valerio Binasco presentano l’ultima opera del drammaturgo capace di sconfinare nella vita di tutti

Roma 19 febbraio 2014 – «Se con la vostra arte, amatissimo padre, avete sollevato questo urlo dalle onde selvagge, ora calmatele. Sembra che l’aria voglia rovesciare fetida pece, ma che il mare, alzandosi fino al volto del cielo, ne attenui il fuoco.» Miranda, Atto I, Scena II

Quattro secoli di rappresentazioni, riadattamenti e interpretazioni di ogni sorta per un’opera senza tempo che oggi, per un’involontaria quanto ironica associazione di nomi, trova spazio nel teatro di Monteverde vecchio a Roma. Debutta martedì 25 febbraio 2014 al Teatro Vascello di Roma la commedia “La tempesta”, scritta nel 1610 da William Shakespare e segno ultimo del suo addio alle scene. In cartellone fino al 16 marzo del 2014 lo spettacolo vede alla regia il pluripremiato regista e attore Valerio Binasco. Interprete di Prospero il personaggio principale della commedia inglese. Insieme a lui sul palco lo stesso staff e gli stessi collaboratori che lo seguono ormai dal 2011: Fabrizio Contri, Andrea Di Casa, Simone Luglio, Gianmaria Martini, Deniz Ozdogan, Fulvio Pepe, Roberto Turchetta, Arturo Annecchino, Sandra Cardini, Carlo de Marino e Nicoletta Robello.

mirandoelmarLa tempesta” è considerata la pièce più creativa e magica che Shakespare abbia scritto. Grazie anche allo sfondo mistico e sacrale attraverso il quale ha rielaborato le grandi tematiche delle commedie precedenti. “Shakespare è il miglior amico dell’umanità. Nessuno l’ha compresa e raccontata meglio di lui. Quando si legge, o ancor meglio, quando lo si recita”- spiega il regista Valerio Binasco – “la tragica inutilità dell’esperienza di vivere sembra invece un dono, un’occasione straordinaria. Io debbo a lui più di una nascita, più di una salvezza.” – continua il giovane regista – “L’ultima è forse la più significativa: nel suo nome abbiamo fondato la Popular Shakespeare Kompany, con attori che nel giro di pochissimi anni hanno portato in giro per l’Italia ben tre grandi classici del suo repertorio”.

Dopo il successo di “Romeo e Giuliettaprodotto nel 2011 dal Teatro Eliseo con Riccardo Scamarcio e Deniz Ozdogan, e dopo quello de “Il Mercante di Venezia” con Silvio Orlando nel ruolo di Shylock a Verona, la Popular Shakespeare Kompany torna con una nuova sfida. E lo rifà ripartendo dal Teatro Vascello e da William Shakespare. Nata con l’obiettivo di mettere in scena ogni anno un classico della letteratura shakespeariana e con la motivazione di continuare a offrire al pubblico grandi testi, “La tempesta” rimane ad oggi uno dei testi più misteriosi e affascinanti del teatro mondiale. Non rimane che approfittare della nuova stagione del 2014 per condividere l’emozione che solo il palcoscenico, le quinte teatrali e un ottimo staff riescono ancora a regalare al grande pubblico.

Prezzi:
20,00 euro intero – 15,00 euro ridotto
dal martedì al venerdì dalle 9 alle 21.30 orario continuato
lunedì dalle 9 alle 18,00
sabato dalle 11 alle 21,30
domenica dalle 14 alle 19

Teatro Vascello, Via Giacinto Carini 78
Zona: Monteverde ROMA

3 Commenti

I commenti sono bloccati