Sanremo, i voti total look degli specialisti

Sanremo, i voti total look degli specialisti

  • Print
  • Add to Favorites

La seconda serata del Festival si distende in un’atmosfera più serena. Sui social impazziscono i commenti e i likes dei big protagonisti di ieri. Per Franca Valeri tanta tenerezza che sui social, diventa spesso critica allo stesso Fazio. Il super ospite della seconda serata si conferma Claudio Baglioni, che scuote l’Ariston con le sue canzoni senza tempo

Annalisa Sofia Parente, Rossano De Cesaris e Orazio Anelli sono pronti per la votazione dei look sfoggiati nella seconda serata del festival. Ecco i “voti” dei nostri specialisti. Annalisa Sofia Parente: “Anche in questa seconda serata di Sanremo non ho visto quello che mi sarei aspettata di vedere: eleganza originale, stravaganza raffinata e buon gusto. I look migliori sono stati quelli che non hanno osato molto, ovvero quelli senza infamia e senza lode. Quando qualcuno ha osato ha toppato alla grande. Ma passiamo alle pagelle di www.sofiesmug.it. Dopo l’abito di apertura in cui Luciana Littizzetto sembrava una cozza incastrata in una rete da pesca con uno struzzo stramazzato al fondo, la maison Gucci è tornata al suo standard con un mini dress nero con applicazioni in pietra al collo e maniche che rendevano la comica chic, sobria, elegante, quanto basta e perfettamente a proprio agio. Il terzo abito ha declinato le sfumature del rosso e del nero: morbido, fluttuante, con trasparenze contenute e sofisticate ed una semplice cintura in vita. Voto complessivo 7 (il primo look abbassa a media notevolmente). Le sorelle Kessler, con un lungo abito cangiante, erano decisamente pittoresche. Sembravano uscite da un siparietto da cabaret; ma anche un look come questo, fin troppo eccessivo per due cariatidi ben conservate nel tempo, può essere tollerato come  “licenza” da varietà. Voto 6 (per il fisico dignitoso).

Veronica Angeloni ha optato per un abito lungo rosso fuoco, scollatissimo e con aperture sui fianchi e sul ventre, aderentissimo sul sedere e con uno spacco vertiginoso. Il tutto condito da un portamento da lottatore di sumo. Nessuna eleganza. Nessuna via di salvezza. Voto 3. Noemi ha scatenato in me un misto di spavento e frustrazione: si può perdonare un look sbagliato, un accessorio fuori posto e un make-up non adeguato. Ma quando si mette mano (e forbici) ai capelli due conti con lo specchio bisogna farli. Il suo rosso accecante e fintissmo cozzava con un abito moderno nei motivi geometrici e quasi principesco nella forma e nel color champagne. A marcare i contorni di un look già troppo stridente era una collana che ricordava un po’ un apparecchio dentale, un po’ un collare elisabettiano. Voto 4

Passiamo ai maschietti. Ritratto del disfacimento è quello di Claudio Santamaria: il suo look è inclassificabile (cravatta oscena più di ogni cosa) e tra capelli e barba incolti e mezzi bianchicci, il suo volto si è perso insieme ad uno sguardo spento. Voto 3. Affascinante, aitante, elegante con moderazione, moderno, impeccabile e decisamente sexy è stato Francesco Renga. Ma il suo accessorio che fa sempre la differenza è la sua chioma sapientemente selvaggia, aspra e forte cui nessuno può resistere. Voto 9”

Rossano De Cesaris: “Noemi ha esibito un look molto etereo, luminoso e smaccatamente moderno. Pelle diafana, un lieve tocco di blush marrone perlato sotto lo zigomo, labbra color carne sul rosato. Il punto focale del make-up è lo sguardo, apparentemente semplice ma in realtà piuttosto ricercato. La palpebra mobile è stata ombreggiata utilizzando un ombretto marrone aranciato, esattamente abbinato al colore della sua chioma. A conferire luminosità, c’è un ombretto iridescente applicato in prossimità dell’angolo interno dell’occhio e sotto l’arcata sopraccigliare. Per la nuova proposta, Bianca, un make-up di chiara ispirazione anni ’80. Su un incarnato perfetto, spiccano sia lo sguardo che la bocca, entrambi sottolineati in maniera decisa. Per gli occhi un trucco decisamente “grafico”, con un’ombreggiatura davvero impeccabile nei toni del marrone e del nero, finalizzata ad allungare l’occhio verso l’esterno e a slanciarlo verso l’alto. A conferire un senso di drammaticità, c’è una frangia di ciglia finte intere dalla trama molto fitta. Per le labbra è stato scelto un rossetto rosso chiaro e dalla texture lucida e brillante, infine un tocco di blush rosa scuro sulle gote (sfumato verso i contorni del viso).”

Orazio Anelli: Aprono la serata le gemelle Kessler, che mantengono il loro classico biondo dorato e nonostante non sia affatto uno styling degno di nota, è comunque adatto a due signore della loro età. A darci qualcosa finalmente da dire è Noemi che si presenta con un look del tutto nuovo. Il rosso ramato che mette in risalto i suoi bellissimi occhi azzurri comunque non l’abbandona e cede un po’ di spazio ad un audace rasatura che la cantante sfoggia raccogliendo i capelli in una coda. Kasia Smutniak, come Laetitia Casta, sceglie un ombrè sui toni caldi del castano in radice  e del miele sulle lunghezze. Per quanto riguarda lo styling, troviamo anche in lei un’onda morbida che rimanda allo stile wild a cui abbiamo accennato ieri. Veronica Angeloni risulta elegantissima con un semiraccolto impeccabile.” Questi i look delle star dell’Ariston della seconda serata del Festival di Sanremo. Grazie ai nostri amati specialisti.

1 Commento

I commenti sono bloccati