Un archivio dei sogni a Villa Torlonia

Un archivio dei sogni a Villa Torlonia

  • Print
  • Add to Favorites

Un’esperienza sensoriale e suggestiva tra le stanze della Casina delle Civette in un tempo sospeso e con la presenza del Principe Giovanni Torlonia.

Roma, 19 marzo 2014 – Prorogata all’8 giugno 2014Archivio dei Sogni”, la mostra ospite alla Casina delle Civette di Villa Torlonia a Roma dedicata all’artista bolognese Antonia Ciampi. L’esposizione è il racconto di un incontro aperto e poetico tra “Arte-Uomo-natura”. All’interno dello straordinario percorso sensoriale scoperto attraverso il misterioso e magico mondo delle seduzioni si realizza l’opera più completa e felice della Ciampi. L’arte può essere un racconto che fa rivivere i ricordi. E così attraverso la rivelazione di antiche teche di memoria le emozioni vengono liberate per essere restituite alla vita. Dalla sua “‘wunderkammer”, la camera delle meraviglie, le sue creazioni diventano il risultato della fusione tra la dimensione esoterica e la vita reale. Tra la simbologia e la storia, tutto diventa un unicum narrativo tra la dimora del Principe, i colori del Parco e l’ineguagliabile luce dorata di Roma. Questa è forse una delle più grandi peculiarità di quest’evento poiché è possibile prenotare una visita guidata con Antonia Ciampi in persona sul sito del museo.

acIl suo lavoro si snoda sul filo sottile della memoria. Per lei che guardando le stelle e seguendo le tracce dei pensieri nel loro divenire scrittura liquida, ne disegna il futuro.
L’emozione di disegnare nel vuoto. In questo modo è come se si disegnasse l’invisibile, perché la ragnatela si vede solo quando è sporca o illuminata. Cosi come la vita delle persone che si rende evidente solo per bellezza o per negatività.” – spiega l’artista – “La ragnatela è la storia della nostra vita. Un tessuto di relazioni che si possono aprire e chiudere. Relazioni che si cancellano e che si possono riscrivere”. Non a caso nel portico di ingresso c’è una grande installazione che introduce alla visita. Una gigantesca ragnatela cristallizzata, simbolo e metafora della memoria, della vita e di tutte le relazioni che ogni essere umano intesse nella propria vita. Con le opere “Mi piaci silenziosa” e “Waterscape” si arriva alla Casina delle Civette. Una dimensione un po’ magica e rarefatta alla scoperta di uno spazio già teatro delle sperimentazioni vetrarie del Cambellotti nel 1914.

005All’interno della sua dimora il Principe Giovanni Torlonia con il quale sarà possibile conversare, sedersi accanto sul divano, ascoltare il Flauto Magico e “leggere il suo ritratto” trascritto su un cuscino. Dalla tappezzeria del Fumoir alla cassa matta della Stanza del Chiodo, dal letto di piume con uova di rondini nella Stanza delle Rondini alla pioggia delle riflessioni nel Salottino delle 24 ore, fino ai dittici nella Stanza dei pavoni. Tutte le installazioni che “arredano” la Casina fanno rivivere l’atmosfera elegante di un tempo sospeso che si nutriva di bellezza.
Non manca la musica come sottofondo artistico diffuso attraverso l’innovativo sistema della sonosfera. “Nei miei lavori intendo recuperare il rapporto tattile. Il tatto è il primo ricostruire”. Spiega ancora l’artista che per “Archivio dei sogni” ha svolto un’approfondita ricerca sull’edificio e tutta la simbologia rappresentata. La fruizione estetica ed emozionale è dunque completa. Antonia Ciampi ricrea l’atmosfera rarefatta ed elegante di un tempo sospeso che si nutre di bellezza. Non resta che omaggiare un grande progetto promosso da Roma Capitale, dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ed ai Servizi Museali di Zètema Progetto Cultura.

Le visite guidate per il pubblico con l’artista sono previste nelle seguenti date:

22 marzo, ore 11; 5 aprile, ore 11; 3 maggio, ore 11; 17 maggio ore 11.

Informazioni:

Luogo: Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette
Orario dal 5 dicembre 2013 all’8 giugno 2014
dal martedì alla domenica
ore 9.00-19.00
La biglietteria chiude 45 minuti prima
Biglietto d’ingresso
Dal 26 febbraio 2014: Biglietto unico integrato Casina delle Civette, Casino Nobile e mostra
 € 11,00 intero; € 9,00 ridotto
 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
 € 10,00 intero; € 8,00 ridotto
Biglietto ordinario Casino Nobile e mostra
 € 9,0 intero; € 8,00 ridotto
 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
€ 8,00 intero; € 7,00 ridotto
Biglietto Casina delle Civette: 
€ 5,00 intero; € 4,00 ridotto
 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) 
 € 4,00 intero – € 3,00 ridotto
Gratuità e riduzioni
Prenotazioni
 La prenotazione per singoli visitatori è possibile solo con il pre-acquisto online del biglietto di ingresso
 Con la prenotazione è possibile evitare la fila presentandosi direttamente alla cassa. 
 Acquisto online: 
www.omniticket.it
Informazioni: tel. 060608 tutti i giorni ore 9.00 – 21.00

0 Commenti

I commenti sono bloccati