Albano, successo del laboratorio per stomizzati dell’Ospedale

Albano, successo del laboratorio per stomizzati dell’Ospedale

  • Print
  • Add to Favorites

Ospedale “San Giuseppe” di Albano, l’ambulatorio infermieristico per stomizzati è ormai un importante punto di riferimento

Albano, giovedì 24 aprile 2014 – Continua a far registrare importanti attestati di funzionalità e operatività da utenti e addetti ai lavori l’ambulatorio per stomizzati dell’Ospedale “San Giuseppe” di Albano Laziale. La struttura è stata realizzata grazie alla disponibilità della dirigenza sanitaria della ASL RM H, della dirigenza dell’ospedale attraverso il dr. Cefaro e alla tenace determinazione della d.ssa Caterina Schirò, infermiera specializzata, che svolge la sua attività nell’ambulatorio con grande esperienza professionale e umana, dando un concreto aiuto agli stomizzati per migliorare la loro qualità di vita attraverso la cura e la gestione della stomia.

La presentazione dell’ambulatorio infermieristico si è tenuta lo scorso 27 marzo nel corso di un incontro svoltosi nell’Aula Magna del “San Giuseppe” di Albano, a cui hanno partecipato esponenti della Asl Roma H, dell’Associazione di volontariato “ScopriLaStomia Lazio” – che opera con fini di utilità e solidarietà sociale per la tutela della qualità di vita e la difesa dei diritti delle persone atomizzate -, del Centro di Psicologia “META – divenirepensando” che presta le sue competenze specifiche per supportare l’approccio alla convivenza quotidiana con questa problematica che sta assumendo sempre più rilevanza. Basti pensare che nella sola regione Lazio parliamo di una realtà che si stima conti circa 6.000 stomizzati.

«È importante rilevare – sottolinea Patrizia Cinelli, presidente dell’associazione “ScopriLaStomia Lazio” – che l’ambulatorio infermieristico attivo all’interno dell’ospedale di Albano Laziale rappresenta un riferimento importante per gli stomizzati in tutto il bacino di utenti della ASL Roma H. Così come è altrettanto utile ricordare le modalità snelle di accesso a questa assistenza specializzata, assicurata in ambulatorio ogni venerdì pomeriggio, presentando nell’orario di apertura una richiesta di prestazione codificata con codice regionale su fustella del medico, senza appuntamento. Il servizio è personalizzato – conclude la presidente – per soddisfare le necessità di ogni paziente e rispondere alle esigenze di ogni caso con l’eccellenza, anche in tempi di crisi!». Per info: www.scoprilastomia.info

0 Commenti

I commenti sono bloccati