Omar Galliani in mostra con Dialoghi-L’opera al nero

Omar Galliani in mostra con Dialoghi-L’opera al nero

  • Print
  • Add to Favorites

Il nuovo centro museale piemontese ospita il secondo capitolo dedicato al ciclo di mostre di artisti contemporanei. Le collezioni GAM confrontano per il grande pubblico.

Torino 22 aprile 2014 – Gam è la Galleria Civica d’arte Moderna e Contemporanea della città di Torino. Ormai da tempo sta mutando il panorama artistico della capitale piemontese confermandosi tra i centri più attivi dello stivale. Tra installazioni e video trova spazio una progetto particolare, quello dedicato ad Omar Galliani il secondo artista scelto per “Dialoghi“. Il progetto espositivo e di ricerca scientifica sulle collezioni permanenti che punta a instaurare un dialogo tra artisti affermati e artisti attivi sulla scena contemporanea internazionale. Inaugurata tre anni fa (2011) con l’artista americano James Brown, i lavori di Omar Galliani saranno visibili ancora fino al 18 maggio 2014. Di lui la Gam espone ben 30.000 opere diventate anche parte del nuovo Gabinetto Disegni e Stampe. Affiancando i diversi progetti che valorizzano il proprio patrimonio, Dialoghi invita un artista a realizzare una mostra dove le sue opere si relazionano con alcuni capolavori del patrimonio del Museo. E il disegno è per Galliani un aspetto fondamentale del suo lavoro. Testimonia una passione nata a partire dagli anni Settanta e mai mutata nel tempo.

Omar-Galliani-Verdesi-Art-GroupNegli spazi del GAM Underground Project su una superficie di oltre 1000 mq, la mostra comprende una selezione di circa 30 opere di grandi dimensioni, realizzate per lo più con la tecnica del disegno a matita su tavola. La mostra non copre un arco cronologico preciso. Riveste un arco temporale che rimanda in buona parte alle prime opere della metà degli anni Settanta fino a giungere ai giorni nostri. Rigore e tecnica sono i segni che da sempre contraddistinguono i lavori di Omar Galliani. La mostra ne ripercorre l’intera vicenda artistica oltre a evidenziarne l’aspetto più simbolico e mistico del suo lavoro. Attraverso l’uso quasi ossessivo della matita e delle punte di grafite, l’artista emiliano crea i suoi paesaggi dell’anima attraverso un’iconografia simbolica. Dai dettagli anatomici ingigantiti fino all’eccesso, ai “Fiori” fino all’omaggio al “La Principessa Liu Ji” nel suo quindicesimo anno di età, una mostra all’insegna della vera summa della sua poetica e testimonianza della sua grande passione per la Cina.

Da non perdere la presentazione di quattro opere inedite realizzate per la GAM: “Paesaggio dei miei veleni” (D’après Fontanesi), è stata realizzata dall’artista ispirandosi a “Paesaggio con alberi e ruscello” di Antonio Fontanesi del 1895, che fa parte delle collezioni del museo. Le altre opere realizzate per la mostra, Cassiopeia, Orione e Prometeo, ripropongono l’“immaginifico inventario mistico anatomico”, segno dell’artista che trova una delle sue vette in “Respiro” del 2004. Grazie al contributo di Sponsor privati è stata possibile la realizzazione di quest’esposizione. La casa editrice Mazzotta ha invece pubblicato un bellissimo catalogo della mostra con oltre 300 pagine ricche di opere e racconti legati all’artista.

Video presentazione di Omar Galliani
Info:
dal 16 marzo 2014 al 18 maggio 2014
GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 31 – Torino
Orario: martedì – domenica 10-18, chiuso lunedì. La biglietteria chiude un’ora prima
Ingressi: € 10 – ridotto € 8, gratuito ragazzi fino ai 18 anni
INFO: Centralino tel. 011 4429518 – Segreteria tel. 011 4429595 ù
e-mail gam@fondazionetorinomusei.it

0 Commenti

I commenti sono bloccati