Luglio suona bene con Yann Tiersen

Luglio suona bene con Yann Tiersen

  • Print
  • Add to Favorites

Unica ed imperdibile data per il pianista francese che porta a Roma per la prima volta il “Favoloso mondo di Tiersen” tra le quinte di Renzo Piano.

Roma 14 luglio 2014 – Per la prima volta all’Auditorium il 22 luglio 2014 alle ore 21 suonerà Yann Tiersen uno dei più amati compositori e musicisti contemporanei. In occasione della dodicesima edizione di “Luglio Suona Bene”, il Parco della Musica di Roma presenterà al grande pubblico una platea ed un palco del tutto rinnovati. La capienza di tribuna e parterre, aumentate in modo da poter ospitare ben 3.000 spettatori, segnano un bel cambiamento che darà ora la possibilità a più persone di poter ascoltare non solo il concerto di Yann Tiersen, ma anche altri eventi futuri. Inoltre, fattore per altro da non sottovalutare, non si avranno più problemi di annullamento causati dal maltempo poiché il grande palco affacciato sotto le cupole disegnate da Renzo Piano, sono state ora del tutto coperte.

YannTiersen_PoemaLeoClasse 1970, Yann Pierre Tiersen (questo il nome completo), è un compositore francese noto al grande pubblico per aver scritto la bellissima colonna sonora che nel 2001 ha immortalato “Il favoloso mondo di Ameliè”, tra i piccoli capolavori cinematografici del nuovo millennio. Così come ha dato un respiro unico ad un’altra bellissima storia che nel 2003 riportava sotto la luce dei riflettori il cinema tedesco con “Good Bye Lenin” di Wolfgang Becker.
Dopo aver passato i suoi primi anni a Parigi studiando nelle diverse scuole musicali della città, Tiersen inizia la sua carriera componendo musiche di sottofondo per piccoli cortometraggi. Sperimentare una musica che andasse oltre al pianoforte unendo diversi strumenti musicali era e rimane il suo scopo principale. Un obiettivo nel tempo del tutto conquistato tanto da meritarsi l’appellativo di compositore “pluristrumentalista”. Prima dei grandi successi cinematografici che lo hanno consacrato come uno dei più grandi compositori moderni viventi, tre importanti film francesi degli anni novanta portano la sua firma nella colonna sonora: “La vita sognata degli angeli” (1998, Erick Zonca), “Qui Plume la Lune?” ( Christine Carriére, 1999) e “Alice e Martin” di André Téchiné.

In occasione della data di mertedì all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Tiersen presenterà al pubblico non solo le composizioni che lo hanno reso famoso, ma anche brani tratti dai suoi album strumentali meno noti. Attraverso il suono del pianoforte, la melodica, la fisarmonica e il violino, la scaletta proporrà una serie di brani strumentali e brani cantati dallo stesso Tiersen. Un’esibizione paragonata alla musica di Erik Satie e Nino Rota che il pubblico romano a breve avrà la fortuna di poter o meno confermar.

Auditorium Parco della Musica Roma

0 Commenti

I commenti sono bloccati