Uno spettacolo d’altri tempi

Uno spettacolo d’altri tempi

  • Print
  • Add to Favorites

Strimpelli & Vinile apre la stagione teatrale della Sala Umberto a Roma dal 9 al 12 settembre

Roma, venerdì 5 settembre 2014 – Apertura di stagione alla sala Umberto di Roma con lo spettacolo Strimpelli &Vinile, dal 9 al 21 settembre, con Attilio Fontana, Emiliano Reggente e Ilaria Porceddu (nella foto di Maria La Torre), prodotto dalla Papik.

Un affascinante ritorno al passato con Strimpelli e Vinile messa in scena dalla coppia Attilio Fontana e Emiliano Reggente, magistrali nell’interpretazione e abili a recuperare e riscoprire, da un archivio degli anni cinquanta, la straordinaria vita di questi due artisti. Ma la chiave interessante dello spettacolo è il velo di mistero che aleggia intorno all’esistenza o meno di Joe Strimpelli e Gigi Vinile. Il tutto assecondato da piacevoli gag ed impreziosito dai singolari pupazzi che richiamano il mondo dei Muppet. Tra musica e teatro lo spettacolo vive momenti di poesia e nostalgia per un passato rielaborato e portato con sagacia in scena.

Uno dei protagonisti dello spettacolo è Attilio Fontana che, dopo aver vinto l’edizione 2013 dello show televisivo di Rai 1 “Tale e Quale Show” di Carlo Conti, torna al teatro dopo aver recitato in spettacoli di successo: Tosca di Lucio Dalla, Hair di Giampiero Solari e Il Pianeta Proibito di Luca Tommassini. Dopo gli esordi con il gruppo musicale Ragazzi Italiani (un disco di platino, due dischi d’oro), Attilio Fontana si è distinto come attore, cantante e compositore. Anche la televisione lo ha reso protagonista con la partecipazioni in varie fiction: Don Matteo, il Bello delle Donne, L’Onore e il Rispetto, Madame, Caterina e le sue figlie 2 e 3 , Carabinieri7, Valentino La Leggenda.

Altro pregevole protagonista è Emiliano Reggente, attore e doppiatore, che spazia in vari settori tra cui il teatro con Ionesco, Shakespeare e Pasolini senza dimenticare il teatro corporeo ed il cabaret. Insomma una coppia assortita ed istrionica in grado calamitare l’attenzione e l’ilarità del pubblico.

0 Commenti

I commenti sono bloccati