A Frosinone nasce l’università di cinema e televisione

A Frosinone nasce l’università di cinema e televisione

  • Print
  • Add to Favorites

Professionisti del mondo dello spettacolo che hanno consolidato esperienze di gran lunga significative con grandi personaggi dell’entertainment italiano hanno fondato la Libera università per il cinema e la televisione (Luct). Hanno deciso di scegliere la Ciociaria ed il suo capoluogo per i vantaggi che alle produzioni cinematografiche e televisive la posizione geografica può offrire

Frosinone, venerdì 2 giugno 2017 – Nasce a Frosinone la Luct, Libera università per il cinema e la televisione. A fondarla volutamente in Ciociaria, scegliendo di scommettere su quest’area e gettare così le basi di una struttura che non vuole far restare più questa provincia tra i “fanalini di coda” del Lazio, sono alcuni professionisti del mondo dello spettacolo che hanno consolidato esperienze di gran lunga significative con grandi personaggi dell’entertainment italiano. Cade così il velo sul progetto imprenditoriale di cui avevamo nei giorni scorsi anticipato le mosse, raccogliendo gli umori trapelati dagli ambienti imprenditoriali della provincia.

Convinti delle potenzialità di sviluppo nel settore, finora ignorate fuori Roma, alcuni imprenditori hanno deciso di scegliere la provincia di Frosinone ed il suo capoluogo per i vantaggi che alle produzioni cinematografiche e televisive la posizione geografica può offrire. L’operazione, condotta nei giorni scorsi nel massimo riserbo, vede ora uscire allo scoperto i protagonisti di questa formidabile scommessa.

A dare corpo a quest’idea è stato l’architetto scenografo Fabio Vitale, collaboratore di Alberto Bevilacqua, Luciano Salce, Renato Castellani, Paolo Fraiese, Enzo Trapani, Dino Risi, Gigi Proietti, Massimiliano Pazzaglia, Silvia Scola ed altri, nonché curatore delle serie televisive “Le ragazze di Piazza di Spagna 2”, “Valeria medico legale”, “Angelo il custode” e “Carabinieri”, docente di scenografia e responsabile tecnico-artistico negli studi cinematografici di Officinema di Roma. Con lui anche Ida Montanari, maestra al trucco nota per aver contribuito a creare la storia dell’immagine e dell’eleganza italiana nel mondo, iniziando la sua carriera con l’indimenticabile imitatore Alighiero Noschese, che la rese nota ovunque grazie ai suoi leggendari trucchi. È nota anche per aver collaborato con Federico Fellini, Silvana Mangano, Catherine Deneuve, Alain Delon, Roger Moore, Sean Connery, Anthony Perkins, Massimo Troisi ed Audrey Hepburn e che, ora, dopo essere stata personal make-up artist nei programmi di Maria De Filippi, ha sempre più il desiderio di trasmettere ai giovani le sue conoscenze, grazie alle quali ha anche fondato una propria agenzia e l’accademia di trucco.

Apprezzabile poi anche l’impegno di Fiorenza Scandurra, presidente della Libera università del cinema di Roma fondata da Cesare Zavattini e che, dopo una nutrita attività redazionale e giornalistica all’Ansa, ha sviluppato un settore dedicato all’organizzazione di eventi culturali, master class, seminari, workshop sul cinema d’autore e sul film. Ha dato così spazio a produzioni per oltre 400 documentari e corti. L’apporto logistico locale è stato invece assicurato da Vincent Tatangelo, noto event maker con esperienza nella produzione, nella promozione e nel marketing e che recentemente ha portato a Frosinone un evento esclusivo e riservato con i Gypsy Kings.

La presentazione della Luct si sta organizzando nel capoluogo ciociaro per il 6 giugno, mattinata in cui è atteso l’arrivo di apprezzati testimonial dello spettacolo. Ora e luogo saranno resi noti con più precisione ad inizio della prossima settimana.

0 Commenti

I commenti sono bloccati