Niente di nuovo in casa Juve

Niente di nuovo in casa Juve

  • Print
  • Add to Favorites

Aspettando Marotta, si può solo tirare a indovinare quali saranno le prossime mosse di mercato in casa bianconera. Tanti i nomi che ballano tra centrocampo e difesa, ma per il momento non ci sono certezze. Sono lontani i giorni del mercato fulmineo cui ci aveva abituato la dirigenza

Roma, lunedì 26 giugno 2017 – Si muove ancora poco in casa Juve. Il calciomercato in questo caldo mese di giugno è come se fosse in siesta. La dirigenza bianconera, dopo aver quasi preso Schick, forse uno dei più promettenti giocatori italiani sul mercato, è in fase di studio. Al contrario di quanto fatto nelle scorse sessioni estive di calciomercato, in cui Marotta e Paratici si muovevano con grande anticipo, quest’anno le cose vanno a rilento. Si parla anzi di partenze e non di arrivi. Di proposte che gelano i tifosi e che potrebbero far emigrare i campioni bianconeri, con i quali la Signora è arrivata in finale di Champions, perdendola di nuovo. Dall’Inghilterra si susseguono le voci di mercato che vedrebbero Alex Sandro, uno dei migliori della Juventus per rendimento, classe, dinamismo e capacità di saltare l’uomo, andare al Chalsea di Conte. Con i proventi della Champions la dirigenza non avrebbe bisogno di cedere un campionissimo come il brasiliano. Ma la cosa dovrebbe farsi. Da una fascia all’altra. Anche sulla destra sembra che la Juventus sia destinata a perdere un campione. Parliamo di Dani Alves, in procinto di andarsene “senza problemi”, come dice lui, dal suo amico Guardiola. Il campione brasiliano non è servito per vincere la Champions. Ha dato una grossa mano contro il Barcellona e contro il Monaco. Ha giocato bene il finale di stagione. Meno bene l’inizio. Poi il lungo infortunio lo ha penalizzato ma non lo ha fermato ed è tornato ai massimi livelli di sempre. Almeno quelli di un 34enne. La sua esuberanza caratteriale, che è il suo punto di forza in mezzo al campo, non va bene per gli ambienti più algidi di Torino. Quindi è da capire quanto la sua partenza sia frutto di un colpo di testa del giocatore o sia una cosa concertata con la Società.

Detto questo per il momento ci sono tante voci che si rincorrono, che fanno bene forse alle vendite dei giornali sportivi o alle testate online, che vedono accrescere i loro click, ma per il resto sono chiacchiere. Resiste il tormentone Bonucci, caldo anche l’estate scorsa. Il centrale difensivo bianconero sarebbe richiesto da Conte, come Alex Sandro. Il Chelsea sarebbe disposto a spendere la cifra record di 120 milioni di sterline per entrambi. Potrebbe essere un affare. Al posto di Bonucci si farebbe arrivare subito Caldara, aquistato dall’Atalanta, e si darebbe maggiore continuità a Rugani. Per il brasiliano sinistro invece si dovrebbe andare sul mercato. L’attesa è lunga come il mercato che si farà, ma per il momento la Juventus è alla finestra.

0 Commenti

I commenti sono bloccati