A Roma il festival della mobilità sostenibile

A Roma il festival della mobilità sostenibile

  • Print
  • Add to Favorites

Lo “Spin cycling festival” arriva da Londra in versione italiana. L’appuntamento è da venerdì 22 a domenica 24 al “Guido Reni district”, con mostre, dibattiti e spazi per la socialità, l’enogastronomia e la musica

Roma, lunedì 18 settembre 2017 – Da Londra arriva a Roma lo “Spin cycling festival”, versione italiana della manifestazione d’oltremanica che intende diffondere un modello di mobilità sostenibile. L’appuntamento è da venerdì 22 a domenica 24 al “Guido Reni district”.

Nel primo festival della capitale interamente dedicato al mondo della bicicletta, noti marchi nazionali ed internazionali, designer, start-up, enti ed associazioni presenteranno al pubblico nuovi prodotti, innovazioni, idee e riflessioni sulla ciclabilità. 
Rivolta ad appassionati, famiglie e a tutti coloro che desiderano una città più vivibile, l’iniziativa affronterà temi quali il ciclo-turismo, il design, la tecnologia e la sicurezza, con particolare risalto alle biciclette elettriche e al trasporto di merci. Ma sarà anche una grande festa, con spazi per la socialità, l’enogastronomia e la musica. E un’appendice, per concerti e spettacoli, all’interno del Teatro Studio del vicino Auditorium Parco della Musica.

Nell’area della manifestazione è prevista la presenza di oltre quaranta espositori del settore, che presenteranno le ultime novità in tema di ciclabilità. In cartellone anche dibattiti, ospitati nel padiglione C e moderati Federico Del Prete, vicepresidente di CycloPride Italia Aps.

Evento di rilievo sarà l’incontro “unCommon:Arctic, Viaggio al freddo!”, un racconto esclusivo sul giro in bicicletta intorno al circolo polare artico compiuto da Splof, Protz e Zurgo (alias Simone Albrigi, Nicola Bernardi e Lorenzo Civolari), un fumettista, un fotografo e uno chef. 
L’incontro sarà un resoconto di viaggio intervallato da video.

Il giornalista televisivo Riccardo Iacona intervisterà Dario Pegoretti, famoso per i suoi telai artigianali in acciaio e alluminio che hanno legami non solo con lo sport ciclistico ad altissimo livello, ma anche con l’arte e l’innovazione tecnologica, avendo raccolto in tutto il mondo centinaia di appassionati, tra cui Marco Pantani e Robin Williams.

L’arte sarà oggetto di due mostre: una collettiva di affermati illustratori internazionali, concepita per esaltare i valori e la bellezza di questo straordinario mezzo di trasporto, e “Grab+, 13 idee per cambiare Roma”, curata da Legambiente, sui progetti di mobilità nuova e rigenerazione urbana promossi da associazioni e cittadini.

0 Commenti

I commenti sono bloccati