Bersaglieri di corsa ai Castelli per solidarietà

Bersaglieri di corsa ai Castelli per solidarietà

  • Print
  • Add to Favorites

Partita da Albano Laziale la tradizionale “staffetta della solidarietà” dei bersaglieri in occasione del loro raduno nazionale. A Marino hanno salutato le prime frazioniste, Simona e Sabrina, dirette a Frascati, gli studenti dell’Istituto scolastico Maestre Pie Venerini. L’iniziativa per sollecitare attenzione e fondi per l’Ail, l’Associazione per la lotta contro le leucemie. Arrivo a San Donà di Piave, luogo del raduno

Marino (Roma), giovedì 10 maggio 2018 – L’immagine del bersagliere di corsa riscuote sempre l’attenzione del pubblico. E anche questa volta, il passaggio della staffetta a Marino non è passato inosservato. C’era attesa stamattina per le due atlete dell’Associazione nazionale bersaglieri, Simona e Sabrina, che, cappello piumato in testa, partite da Albano Laziale poco dopo le 9.30, sono transitate in piazza Matteotti esattamente alle ore 10.13 e poi su Corso Vittoria Colonna, scortate da un camper dell’Associazione e dalla polizia di Stato.

L’occasione è stato il 66° raduno dei fanti piumati a San Donà di Piave. E, come è tradizione in concomitanza con il raduno nazionale dei bersaglieri, è partita la “staffetta della solidarietà”: manifestazione che intende sollecitare attenzione e sostegno per l’Ail, l’Associazione per la lotta alle leucemie, attraverso la corsa dei bersaglieri lungo il tragitto che da varie città porta al luogo prescelto per il raduno annuale.

Applaudite e incoraggiate dai presenti, tra cui spiccavano tutti gli alunni delle classi elementari dell’Istituto paritario Maestre Pie Venerini accompagnati dalle loro insegnanti e dalla dirigente scolastica, Patrizia Manoni, Simona e Sabrina hanno tirato dritto in direzione di Frascati in attesa del cambio, previsto ogni 10 chilometri circa. Punto di arrivo della giornata la città di Rieti, dove è previsto che la staffetta giunga in serata.

Una folta rappresentanza dell’Associazione nazionale dei bersaglieri che ad Albano, città di partenza della staffetta, e a Frascati ha le sue sedi decentrate, si è intrattenuta con il sindaco marinese, Carlo Colizza, e con i ragazzi distribuendo loro gadgets dell’Ail, alla quale sono destinati i proventi della raccolta attuata durante la manifestazione.

Per suggellare questo momento di incontro un omaggio da parte della città all’Associazione: una targa con lo stemma ufficiale ed un libro e agli atleti il gagliardetto con il simbolo distintivo di Marino. Al termine i ragazzi hanno salutato festosamente tutti gli atleti che saranno i protagonisti della corsa di solidarietà fino a San Donà di Piave.

0 Commenti

I commenti sono bloccati