Roma scopre l’aperisushi

Roma scopre l’aperisushi

  • Print
  • Add to Favorites

Appuntamento da Moku, sulla Tiburtina, dove sarà possibile ritrovarsi per gustare specialità orientali e un drink. Mercoledì 23 l’anteprima alle 17.30

Roma, lunedì 21 maggio 2018 – «Ci vediamo stasera all’aperisushi?». «In pausa pranzo sto di corsa; ci facciamo un sushi burger?». Frammenti di dialogo che presto diventeranno familiari tra i romani. Appuntamento da Moku, sulla Tiburtina, dove sarà possibile ritrovarsi per gustare specialità orientali e un drink.

Una vetrina per i futuri appuntamenti gastronomici ci sarà mercoledì 23, quando è fissato l’appuntamento per degustare in anteprima i menù aperisushi. All’evento, che è previsto alle 17.30, hanno confermato la presenza numerosi vip, tra cui l’attrice Milena Miconi e Fabio Barone, pilota detentore di due record del mondo di velocità, che si sta preparando per una nuova spettacolare sfida in Marocco ad ottobre. Platea gremita con tanti altri ospiti d’eccezione e clienti che in questi mesi di apertura del locale hanno già assaporato e apprezzato i piatti proposti a cena.

Moku è in via Tiburtina 440 a Roma: un ristorante di ottocento metri quadr, dove la cucina fusion orientale si fonde e intreccia con la ricerca del benessere con la natura e con l’attenta accoglienza della proprietaria, Marisa Jiang Kefeng, e del direttore, Marco Epifani.

In giapponese la parola sushi significa aspro e si riferisce, in generale, ad alimenti preparati con base di riso. Da noi è inteso come pesce crudo e ha raccolto en tempo una schiera sempre più numerosa di estimatori. In Giappone la base di riso viene arricchita con pesce, alghe, vegetali o uova. Il ripieno può essere crudo, cotto o marinato.

Gli appassionati di specialità orientali potranno scegliere tra quattro diverse proposte, con un mix tra sushi e piatti cinesi, preparate con equilibrio nelle proporzioni, nei colori e nei gusti: da Moku si potrà scegliere dall’aperitivo Sushi Salmon, al Basic, dal Sushi Vegan all’Imperial.

I pomeriggi romani si arricchiranno della nuova proposta gastronomica ogni giorno dalle 17.30 alle 19.30. I piatti che raccontano la cultura gastronomica orientale saranno accompagnati da bevande alcoliche e analcoliche, da calici di vino, boccali di birra, drink classici.

Moku prende il nome dalla parola che in giapponese significa albero. Il ristorante si presenta come un vero e proprio giardino, dove il legno e le piante sono gli elementi che dominano l’ambiente regalando serenità ed equilibrio.

E per chi a pranzo ha solo il tempo per un panino, da Moku è arrivato anche il Sushi Burger, una proposta e un’alternativa veloce ma gustosa.

0 Commenti

I commenti sono bloccati