Teatrosophia, un nuovo spazio a Roma

Teatrosophia, un nuovo spazio a Roma

  • Print
  • Add to Favorites

Vogliamo che gli artisti possano utilizzare questo spazio come calamita per avvicinare le persone al teatro. È la realizzazione di un sogno che nasce da molto lontano, un luogo in cui si vuole dare ampio spazio all’arte e alla bellezza da essa prodotta

Roma, Giovedì 31 maggio 2018 – A pochi passi da Piazza Navona inaugura un nuovo spazio dedicato all’arte: Teatrosophia. L’associazione culturale, guidata da Guido Lomoro (fondatore, direttore artistico) e sita in via della Vetrina 7, è un luogo in cui si vuole dare ampio spazio all’arte e alla bellezza da essa prodotta. “Vogliamo che gli artisti, tutti, un pittore che vuole fare una mostra, una compagnia teatrale che mette in scena il proprio progetto, un fotografo che vuole esporre il proprio lavoro, un poeta che vuole illustrarci e raccontarci il suo mondo poetico, uno scrittore che vuole parlaci della sua ultima opera, possa utilizzare questo spazio come calamita per avvicinare le persone al teatro” – dice Guido Lomoro -.

Teatrosophia, che è un progetto, una filosofia, uno stile di vita prima ancora che un mestiere,“è la realizzazione di un sogno che nasce da molto lontano, una promessa fatta a Claudia”, donna alla quale è stata dedicata la sala fondamentale dello spazio, che è fra gli angeli del cielo e che prende forma.“È un’impresa ambiziosissima, esagerata?! Coraggiosa?! Presuntuosa?! Non lo so! Ci proviamo! Bisogna provarci! Ho il privilegio di avere questa possibilità e non potevo dire di no!” – sostiene il direttore artistico -.

In 85 mq di spazio, suddiviso tra set scenico e non, oltre alla presentazione di eventi diversificati, si svolgeranno laboratori di recitazione tenuti da qualificati professionisti del settore e rivolti a chi vuole avvicinarsi al mondo del teatro. Un piccolo gioiello al centro di Roma realizzato in stile modern retrò dove poter sostare con piacere pochi minuti prima dello spettacolo, grazie ad un accogliente e luminoso foyer.

Fondato da un gruppo quasi tutto al femminile, composto da Giulia Martinelli (attrice ed alter ego del direttore artistico), Marta Iacovini (regista, docente ed attrice), Cristina Longo (architetto ed attrice), Alessandra di Tommaso, Giovanna D’Avanzo, Dalìa Caroli, Vincenzo La Cava (tecnico luci) e coadiuvato da Marco Barretta (social media manager), che del teatro ne hanno fatto il propio motivo di vita, curato nei minimi dettagli e con la passione che contraddistingue gli artisti, il teatro nel prossimo periodo estivo sarà aperto ad accogliere proposte di progetti per la stagione 2018/19. Per chi ha voglia di far conoscere il proprio progetto artistico, con amore e passione si apre una nuova strada dal nome Teatrosophia, perché “tutte le arti contribuiscono all’arte più grande di tutte, quella di vivere” [B.Brecht].

Marirosa Fedele

 

0 Commenti

I commenti sono bloccati