Galleria Corsini, un mese di visite guidate

Galleria Corsini, un mese di visite guidate

  • Print
  • Add to Favorites

Unica quadreria settecentesca romana ad essere rimasta inalterata, porta con sé una storia interessante. Negli anni successivi al Regno d’Italia fu ampliata e lo stato contribuì all’acquisto di opere per permetterne l’apertura. Oggi offre visite guidate gratuite

Roma, lunedì 16 luglio 2018 – Da venerdì 13 luglio, fino al 9 agosto le gallerie nazionali di arte antica, offriranno un programma di visite guidate gratuite in italiano e in inglese. Scoprire la collezione della Galleria Corsini, in via della Lungara 10, non è mai stato cosi semplice. Ogni Giovedì alle ore 16:30 le visite guidate saranno in lingua italiana, ogni venerdì alle ore 11:30 vi saranno tour in lingua italiana ed alle 16:30 in inglese. Il sabato invece alle ore 11:30 visita guidata solo in lingua inglese. Programmate nei giorni festivi e riservata ad un massimo di 25 partecipanti, sono gratuite e prevedono soltanto il pagamento del normale biglietto di ingresso al museo, senza necessità di prenotazione.  Il biglietto è valido dal momento della timbratura per 10 giorni in entrambe le sedi del museo. Gratuito per minori di 18 anni, scolaresche e insegnanti accompagnatori dell’Unione Europea (previa prenotazione), studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti, dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, membri ICOM, guide ed interpreti turistici in servizio, giornalisti con tesserino dell’ordine, portatori di handicap con accompagnatore, personale docente della scuola, dietro esibizione di attestazione su modello Miur.

Unica quadreria settecentesca romana ad essere rimasta inalterata, porta con sé una storia interessante. Inizia nel 1511, con il cardinale Raffaele Riario. Fece costruire l’edificio e successivamente divenne residenza della regina Cristina di Svezia, la quale, donna di cultura e amante delle arti, utilizzò il palazzo come sede del circolo intellettuale ed ospitò al suo interno una collezione di statue. Quando la proprietà del palazzo passò ai Corsini, nel 1736, dopo l’elezione del papa Clemente XII, furono effettuate diverse modifiche per ampliare il palazzo e furono create nuove strutture. I Corsini utilizzarono il palazzo fino al 1883, quando la proprietà fu venduta insieme all’intera collezione al Regno d’Italia. La colleziona della galleria, negli anni successivi al Regno d’Italia fu ampliata e lo stato contribuì all’acquisto di opere per permetterne l’apertura. Da oggi sarà possibile scoprire la sua storia attraverso le visite guidate in lingua italiana ed inglese.

Ogni Giovedì alle ore 16:30, venerdì alle ore 11:30 e sabato alle ore 11:30 la cultura vi aspetta! Info: 06-4824184 | comunicazione@barberinicorsini.org. 

Marirosa Fedele

0 Commenti

I commenti sono bloccati