Giustizia e mito, confronto con Violante

Giustizia e mito, confronto con Violante

  • Print
  • Add to Favorites

L’ex presidente della Camera dei Deputati ed ex magistrato sarà ospite domani a Grottaferrata della rassegna di incontri letterari “Orizzonti”. «Il tema del suo libro – dice il sindaco Andreotti – ben si coniuga con il misticismo nel cammino di San Nilo, partito dalla Calabria e giunto fino a noi», dove ha fondato l’abbazia che ha reso nota la città

Grottaferrata (Roma), lunedì 24 settembre 2018 – Continua la sfilata di autori prestigiosi nella rassegna di incontri letterari promossa, nella sede municipale, dall’assessorato cittadino alle politiche culturali del Comune di Grottaferrata. L’ex presidente della Camera dei Deputati ed ex magistrato Luciano Violante sarà ospite, domani alle 18.30, della rassegna di incontri con l’autore “Orizzonti”, manifestazione dedicata al mondo letterario e editoriale in programma fino a fine mese a Palazzo Grutter.

Violante, oggi alla guida dell’associazione Italiadecide, giungerà nella città, nota per la millenaria abbazia di San Nilo, per presentare il volume intitolato “Giustizia e mito. Con Edipo, Antigone e Creonte” scritto a quattro mani con la professoressa Marta Cartabia, vicepresidente della Corte Costituzionale, per i tipi de Il Mulino.

Nel corso della serata interverrà l’assessore comunale alle politiche culturali, Mirko Di Bernardo, che si confronterà con l’autore insieme a Emanuele Curcio, dottorando in filosofia all’università di Roma Tor Vergata, e Chiara Buffon, dottoranda in diritto pubblico all’Università di Roma Tor Vergata.

Il saluto istituzionale e le conclusioni saranno affidate al sindaco, Luciano Andreotti. «La visita a Grottaferrata del presidente Luciano Violante – dice il primo cittadino – è un grande onore per la nostra comunità. In particolare, il suo arrivo tra noi nei giorni durante i quali la città è vestita a festa per celebrare il patrono e fondatore San Nilo ci rende particolarmente lieti. Il tema complesso oggetto del libro e dell’incontro di domani ben si coniuga con un aspetto diverso, ma non così dissimile, quale è il misticismo presente nel cammino niliano, partito dalla Calabria e giunto fino a noi», dove ha fondato l’abbazia che ha reso nota la città.

«Ad accomunare ulteriormente i due momenti – aggiunge Andreotti -, il richiamo non secondario alla cultura ellenica, sulla quale Grottaferrata affonda le sue radici più lontane proprio grazie a San Nilo. Sarà dunque un’esperienza affascinante, didattica, motivo di accurata riflessione approfondire con l’autore di questa importante opera i legami tra i valori simbolici dei miti classici e l’attualità giuridica, politica e sociale del nostro Paese. Invito caldamente la cittadinanza e gli ospiti in questi giorni di festa presenti sul nostro territorio a prendere parte a questo incontro di valore assoluto e interessantissima prospettiva».

0 Commenti

I commenti sono bloccati