Quando il cibo unisce

Quando il cibo unisce

  • Print
  • Add to Favorites

Il racconto breve “Il riso e la sbandata”, del giornalista ciociaro Maurizio Lozzi, mette a bordo del bolide di un campione automobilistico il piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, il grande esploratore Marco Polo e l’indimenticabile cantautore Lucio Dalla, trovando per tutti un punto in comune: il cibo. Con questa sua ultima fatica letteraria, Lozzi approda anche alla fiera del libro della capitale “Più libri più liberi”, che si terrà a dicembre nella nuova sede del Roma Convention Center “La Nuvola” all’Eur

Frosinone, lunedì 22 ottobre 2018 – Nuovo traguardo letterario per il giornalista ciociaro Maurizio Lozzi (nella foto), che dalle prime esperienze con le radio libere negli anni Settanta e la cronaca per le testate del frusinate è approdato ormai stabilmente nell’ambiente editoriale. Con il racconto breve “Il riso e la sbandata”, che sarà premiato nel mese di dicembre a Roma, a Bologna e a Milano, Lozzi approda anche alla fiera del libro della capitale “Più libri più liberi”, che si terrà a dicembre nella nuova sede del Roma Convention Center “La Nuvola” all’Eur.

Lozzi ha dato vita ad un racconto dedicato ad un grande campione dell’automobilismo, mettendo a bordo del suo bolide il piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, il grande esploratore Marco Polo e l’indimenticabile cantautore Lucio Dalla, trovando per tutti un punto in comune: il cibo.

L’autore ha già collezionato due importanti riconoscimenti per la sua attività letteraria: è stato tra i finalisti del premio “Fiuggi storia” con il libro “Memoria e culto dei Santi Patroni in provincia di Frosinone” e secondo classificato al premio internazionale di letteratura “Città di Arce” con il racconto “Ritorno a casa”. Oggi, il giornalista di Ceccano originario di Frascati è stato selezionato dalla giuria nazionale del concorso letterario “Racconti a tavola”, organizzato dalle edizioni emiliano-romagnole Historica.

Dalla selezione, l’approdo alla fiera delle piccola e media editoria del prossimo dicembre. Qui l’anno scorso i piccoli editori sono davvero diventati grandi, visto il record di oltre centomila presenze e il tutto esaurito nella maggior parte degli incontri con gli autori. Promossa e organizzata dall’Associazione italiana editori (Aie), questa grande fiera del libro potrà rivelarsi un eccellente palcoscenico anche per il giornalista ciociaro che, davvero con grande spirito di dedizione, è da anni attento al mondo della comunicazione ed ora anche a quello della letteratura, che gli sta riconoscendo apprezzabili risultati.

0 Commenti

I commenti sono bloccati