“Sognando Giulietta”: il teatro incontra la danza

“Sognando Giulietta”: il teatro incontra la danza

  • Print
  • Add to Favorites

In scena a Ceccano la prima del musical della compagnia “Matti per caso”. È una produzione figlia interamente della terra ciociara, un valido esempio di cooperazione fra professionisti e giovani ragazzi che intendono sperimentale l’integrazione tra varie espressioni artistiche

Ceccano (Frosinone), lunedì 11 febbraio 2019 – Debutto all’altezza delle attese, al teatro Antares di Ceccano, del musical “Sognando Giulietta”: una produzione tutta nata in Ciociaria che intende sperimentare l’unione tra varie forme artistiche. La prima dello spettacolo è stata messa in scena dalla compagnia “Matti per caso” (nella foto in alto), con la regia di Flavio Venditti che ha scritto il testo rivisitando in modo originale l’opera shakespeariana “Romeo e Giulietta”.

Il progetto è nato con lo scopo di sperimentare e coniugare il teatro con altre forme artistiche. È stato così che i ragazzi della compagnia si sono messi in gioco anche con movimenti coreografici, sul fil rouge dei 15 brani scritti e composti dal maestro Maurizio Lucchetti, confezionando un evento accattivante e piacevole da seguire. La scenografia è stata ideata e curata nei dettagli da Flavio Bianchi.

I due protagonisti, uno splendido ed eclettico Riccardo Rossini nei panni di Romeo e una versatile e dotata Diletta Di Cosimo nei panni di Giulietta, hanno recitato e cantato sotto la sapiente guida del regista Venditti e della soprano di Arpino Orietta Manente. Altri quattro cantanti e attori e ben dieci ballerini hanno calcato le scene del teatro seguiti da un pubblico partecipativo ed interessato che non ha lesinato applausi e commenti positivi.

“Sognando Giulietta” è una produzione figlia interamente della terra ciociara, un valido esempio di cooperazione fra professionisti e giovani ragazzi che si sono impegnati in arti tanto amabili quanto complicate. Sicuramente da seguire nel prossimo appuntamento di venerdì 15 marzo alle 21 al teatro di Isola Liri.

Elisabetta Grossi

0 Commenti

I commenti sono bloccati